Pubblicato il: 22 agosto, 2012 in: Arezzo

DSC1493

Il Trofeo “Colli Aretini” e le “Coppe dei Campioni”, prove cinotecniche amatoriali per cani da seguita su cinghiale, nascono rispettivamente quattro anni e due anni fa, frutto della grande passione che gli  amici dell’Enalcaccia Valdarnese Aretina e dell’intera provincia hanno espresso in questo importante settore cinofilo venatorio.

I risultati, sotto ogni profilo, in questo breve ma intenso periodo, si sono attestati ben oltre le aspettative proprio perché, è proprio il caso di dirlo, l’impegno, la passione, la costanza e la capacità pagano sempre!!

Sempre più partecipazione fra i concorrenti, con un crescendo esponenziale che ha coinvolto anche cacciatori che non si erano cimentati fino ad oggi in certe discipline, la loro provenienza da ogni realtà geografica del centro e del nord d’Italia, l’alta qualità venatica ed agonistica dei cani a concorso, anche se trattasi di prove amatoriali, hanno fatto si che del Trofeo “Colli Aretini” e delle varie “Coppe dei Campioni”, se ne parli ovunque e bene.

Scendendo nell’aspetto tecnico, preme chiarire che il Trofeo “Colli Aretini” è organizzato nella categoria “Tris” mentre le Coppe dei Campioni interessano, nell’anno 2012, le categorie “Singolo”, “Tris” e “Mute”.

Novità d’eccezione, è la disciplina con l’abbattimento del selvatico che interessa il Trofeo “Colli Aretini” da due anni e la Coppa dei Campioni categoria “Tris” dalla sua nascita: novità introdotta con le ultime modifiche alla normativa regionale toscana in materia di caccia, che consente appunto, l’abbattimento del cinghiale anche all’interno delle aree addestramento cani; tutto ciò ci ha permesso di avvicinare tanti cacciatori non canettieri, risultando ottimo motivo di aggregazione e socializzazione.

Il perché della scelta di questi nomi in queste iniziative!? La convinzione di andare ben oltre ad un campionato regionale, data la partecipazione di concorrenti provenienti ben oltre la realtà toscana.

Considerando che, “l'appetito vien mangiando”…. perché no….l’ amico Mario Nibi, coordinatore indiscusso ed impeccabile di questa complessa macchina, esperto giudice cinofilo nazionale Enalcaccia e membro del consiglio provinciale dell’Enalcaccia aretina, mi propone un’ulteriore manifestazione, conseguenza del trofeo “Colli  Aretini” e della Coppa dei  Campioni categoria “Tris”, frutto delle tante conoscenze che lui ha in questo ambito della cinofilia; mi dice anche di individuare il nome alla nascitura manifestazione e, considerato che concorreranno nella stessa cinofili provenienti dalla Grecia, dalla Francia e dalla Svizzera, trovo subito il nome: “ Prima Coppa Internazionale amatoriale per cani da seguita su  cinghiale categoria Tris”; il comitato  organizzatore approva unanimemente e con piacere la dicitura da me individuata e via, alla grande!!

Oltre trecentocinquanta i turni di prova complessivi, che hanno preso il via fin da febbraio, vedendo occupati ed attivi tutte le ore del giorno e fino a giugno, i nostri centri addestramento cani “Il Macchione Bellavista” di Castiglion Fibocchi e “Teregnano dell’Alpe di Poti” di Arezzo, i centri addestramento cani “Sinciano” di Montevarchi, “Nurri” di  Cagliari, “Le Galleraie” di  Radicondoli, egregiamente gestito dagli amici Fabio Romagnoli e Mirko Gazzarri e “Montebello” di  Roccalbegna (Gr), gestito dagli amici Paolo e Massimo, dell’azienda agricola “S. Caterina”, centro dalle qualità indiscutibili; in queste ultime due strutture sono state disputate le prove con abbattimento del selvatico, compresa la coppa amatoriale internazionale.

Bene ribadire che i turni delle prove con sparo, nelle finali del Trofeo “Colli Aretini”, nella Coppa dei  Campioni categoria “Tris” e nella Coppa Internazionale Amatoriale hanno visto la partecipazione dei  cacciatori postaioli, che come da regolamento costituivano un gruppo di 15 persone a turno, ognuno collegato con il loro canettiere, per un complessivo totale di 450 concorrenti.

Giurie capaci, preparate e costantemente disponibili, unite nell’intento di ottenere i migliori risultati, per il  bene della caccia, della cinofilia e dell’ Enalcaccia; concorrenti sportivi e maestri  nel  condurre i loro  ausiliari in prova.

Ed eccoci alla cerimonia ufficiale di premiazione: 1 luglio 2012, presso il ristorante “Le Quattro Pietre” di Castiglion Fibocchi, un ottimo locale sia per la struttura ospitale che per la cucina tipicamente toscana. Presenziavano il sottoscritto, quale Presidente Provinciale Enalcaccia ed il Consigliere della Regione Toscana Vincenzo Ceccarelli.

Il Presidente Piantini ringraziava i gestori dei centri addestramento cani “Sinciano” Luciano Pianigiani, “Teregnano” Sauro Cappini e il “Macchione Bellavista” Lido Falsetti, i Loro collaboratori Ivo Bianconi, Franco Fattorini, Sergio Magi, Adriano Cini, Danilo Semboloni, Guido Montai, Sandro Mugnai, Piero Guidelli, Mario Pisini,  Vittoriano Albertoni, Graziano Barbagli, Fulco Rossi, Cristiano Brizzi e Mauro Picchioni, oltre a tanti altri cacciatori che si sono visti  impegnati fin dalle fasi di qualificazione, la fotografa ufficiale Giusy,  i giudici cinofili nazionali  Dario Daveri, Gabriele Rossi, Giancarlo Mancini, Lorenzo Faggioli, Silvano Corsi,  Andrea Santi, Roberto Fabbri, Luciano Pianigiani, Pietro Del Vita, Gaetano Liberti ed il loro responsabile Mario Nibi, ideatore e promotore di tante manifestazioni che rendono onore e prestigio all’ Enalcaccia aretina, per  gli ampi successi ottenuti.

“Grazie inoltre, concludeva Piantini, alle aziende sponsorizzatrici  Nature Italia di Foiano della Chiana, azienda leader nella produzione di  mangimi per cani, offerti in premio a tutti i finalisti e, BS Planet, produttrice di  collari satellitari per cani, per i bellissimi omaggi offerti; un grazie sincero  e doveroso a Tommaso Romualdi, vice presidente provinciale Enalcaccia, per avermi supportato in questo  lungo ed ambizioso percorso; grazie ancora a tutti i concorrenti che con la loro massiccia partecipazione hanno fatto  grande questi eventi.”

Ceccarelli Vincenzo Ceccarelli, nel suo intervento, si complimentava per gli ammirevoli risultati e coglieva l’occasione per illustrare una proposta di legge da lui presentata in Consiglio Regionale, atta ad agevolare ed a snellire le pratiche burocratiche per la realizzazione di  strutture da adibire a ritrovo delle squadre di  caccia al  cinghiali.  

Nella Coppa dei Campioni categoria “Singolo” l’assoluto è stato assegnato a Graziano Barbagli con il cane Pallino che ha prevalso su Adriano Giannini conduttore del cane Kalco 2° classificato e su Piero  Guidelli, accompagnato  dal  cane Furia 3° classificato.

Nella Coppa dei  Campioni categoria “Tris” il podio è stato conquistato dal cinofilo Francesco Tognaccini conduttore dei cani, Ottone, Lady e Cettina, ottimi soggetti di segugi maremmani fulvi; a seguire il socio  Luigi Bernini con i cani Piombo, Tremendo e Terrore, segugi maremmani tigrati ed al  3° posto il  socio Alessio Cherubini con i cani Tigre, Mosca e Birba, segugi maremmani tigrati.

Nel Trofeo “Colli Aretini”, il titolo di 1° assoluto è stato assegnato al Sig. Francesco Tognaccini conduttore dei cani, Mascherina, Moschina e Farfalla, segugi maremmani tigrati; al 2° posto il socio Filippo Nencini conduttore dei cani, Lupetto,Trionfo e Argia , al 3° posto, Danilo Volpi, conduttore dei cani Max, Mara e Stella.

Nella Coppa dei Campioni categoria “Mute” il I° assoluto è stato conferito al cinofilo Alessio Vannucci con Renee, Morgana, Arturo, Oscar, Robby e Samba; a seguire, al 2° posto, i cani Tremendo, Zanzara, Uncino, Vienna, Calimero e Brenda, condotti dal socio appassionato cinofilo Mauro Bergamaschi; al 3° posto il socio Franco Burzi con la muta di cani Drupy, Pharo, Buck, Lilla, Boy e Dick.

Nella I° Coppa Internazionale Amatoriale, l’ambito trofeo è stato assegnato a Marco Barbanera, rappresentante della Francia, conduttore dei cani Artu, Zorro e Calin,  tris di cani di razza Segugio Ariegéois; a seguire il cinofilo Bletos Nikatas rappresentante della Grecia, conduttore dei cani  Sara, Cingal e Vental,  appartenenti alla razza Segugio Greco Antico; 3° classificato, rappresentante per l’ Italia, l’ instancabile Francesco Tognaccini con i cani Mascherina, Moschina e Farfalla di razza segugio  maremmani tigrati. 

Bellissimi trofeo a tutti i finalisti. 

Arrivederci alle prossime edizioni!!!

Iacopo Piantini

Enalcaccia Toscana - Via Vittorio Veneto 224 - 52100 - Arezzo - tel 339 2086000 - fax 0575 295666
Powered by Gellus Soluzioni -- Hosting by InitZero

Creative Commons License