La Giunta Regionale Toscana ha approvato una importante delibera dove vengono inserite alcune modifiche sostanziali per lo svolgimento degli interventi di contenimento in braccata sulla specie cinghiale

40
Enalcaccia Toscana

La Giunta Regionale Toscana ha approvato una importante delibera la n.877 del 30/7/2018 dove vengono inserite alcune modifiche sostanziali per lo svolgimento degli interventi di contenimento in braccata sulla specie cinghiale.
Nella delibera, si legge come nei casi di intervento in braccata sulla specie cinghiale, per prevenire i danni all’ agricoltura e per la tutela delle altre specie faunistiche, essi sono possibili in tutte le aree di intervento diretto incluse quelle boscate o cespugliate e nelle “Aree agricole soggette a danni effettivi o potenziali effettivamente coltivate con colture (p.e. mais, favino, girasole, etc.) tali che per altezza e sviluppo vegetativo, non permettano l’avvistabilità dei cinghiali e quindi l’efficace utilizzo risolutivo delle altre tecniche di prelievo…. è consentito l’utilizzo della braccata con massimo 10 cani e sessanta persone armate….” i contenimenti in braccata potranno essere autorizzati una volta espletato almeno un intervento selettivo nell’ area interessata o nelle zone adiacenti.
Gli interventi pertanto si potranno effettuare tra la terza domenica di settembre ed il 31 gennaio solo nei giorni di martedì e venerdì mentre nel periodo tra il 18 agosto e il terzo sabato di settembre, si potranno effettuare esclusivamente nei giorni di lunedì e venerdì…..

Per leggere la delibera completa potete scaricarla qui sotto in formato PDF